Una nuova icona femminile

La prima donna laureata in ingegneria a Padova

La Poli nelle foto d’epoca appare essere una “donna del suo tempo”. Elvira è una giovane donna che ha conseguito un traguardo prestigioso e impegnativo, che la pone in un contesto professionale in cui la donna non era ancora presente.

La sua immagine appartiene alla iconografia femminile di quegli anni, in cui prevale l’ispirazione ai modelli dell’eleganza francese della “fin de siècle”. Il movimento culturale della “fin de siècle” ha interessato l’Europa centrale negli anni che vanno da fine ’800 sino agli inizi della I Guerra Mondiale.

I riflessi sul piano del costume e degli stili di vita di questo movimento, caratterizzato dai canoni dell’estetismo e del decadentismo, si esprimevano in una eleganza particolarmente ricercata. Il taglio dei capelli corti e a pettinatura “a caschetto” restituivano l’immagine di una nuova dimensione sociale della donna, alla ricerca di una emancipazione e di una autonomia lontana dai canoni estetici tradizionali.

Nel ritratto “La collana di perle” di Giuseppe (Bepi) Fabiano del 1927 questi elementi sono ripresi con grande efficacia e suggestione: il dettaglio della collana di perle, che dà il titolo al dipinto, diverrà per la stessa Poli un elemento fondamentale della sua
eleganza.

 

Ritratto di Elvira Poli – 1950